it | en

..la magia di saper trasformare le cose in pura forma...lei inferisce agli oggetti fotografati un taglio, che fa svanire di colpo sottilmente la finitezza del loro essere Figure, annullando i loro confini e aprendoli fino a farli sbocciare in un movimento che fraziona la loro figura, ampliandola all'infinito. In questo modo, il finito della composizione fotografata è posto per attingere l'infinito, quell'illimitato indistinto che è la vita interiore, che si riflette sulle cose, percepibili solo in quanto significanti di un qualcosa che sta oltre i sensi e l'intellegibile. E quando l'oggetto fotografato lascia il suo "status" di Figura per diventare Forma, la forma dell'istantaneo godimento nel veder passare tutto il mondo per quell'oggetto, le sue fotografie vibrano e risaltano, e mi rapiscono...Mi colpisce il color bianco nelle sue foto: quanta sensualità e calore, paradossalmente, trapelano da questo bianco che spezza i confini e che apre a ventaglio ogni oggetto da lei sorpreso. Morbido scintillare, questo bianco, che illumina e che mostra ciò che esso stesso ha già dissolto: la Figura. E la figura definita diventa ormai, per opera sua, vivace e insieme delicata materia in continua metamorfosi.

© Tutte le fotografie di questo sito sono proprietà di Adriana Argalia.
Vietata la riproduzione.