it | en

L'evento a Jesi

"Librarsi" con gli scatti di Adriana Argalia

 

C'era gente arrivata un po' da tutte le parti della provincia e non solo.

Quando la fotografa Adriana Argalia presenta un suo libro dedicato al Teatro, gli appassionati riempiono, come in questo caso, le Sale Pergolesiane del Massimo jesino, tanto che un ospite, colpito dalla marea montante che scaldava l'ambiente, non ha potuto far altro che dire : speriamo regga, 'sto pavimento! Questi pavimenti reggono il Teatro da oltre duecento anni, hanno risposto le occhiate del pubblico. La Argalia presentava "Librarsi" , un bel titolo, che è la sostanza della vita di chi fa teatro, sospesa fra il cielo da raggiungere con il dinamismo di immagini volteggianti come dervisci e la fissità di queste icone di verità che trasfigurano la realtà. Una sala, insomma, in grande spolvero.

Dopo i saluti del sindaco Massimo Bacci, emozionato e felice non solo del libro ma anche del fatto che la città propone, ogni tanto, qualche personalità di spicco, sono seguiti quello dello sponsor Banca Popolare Corrado Mariotti ( uno degli ultimi mecenati...), poi è intervenuto William Graziosi, amministratore delegato della Fondazione pergolesi Spontini, che ha aperto le porte del teatro, "una fabbrica che dà lavoro perchè con la cultura si mangia" , agli scatti silenziosi della fotografa, la professoressa Ada Donati, che ha scritto la prefazione e ha regalato alla platea ansimante un ritratto completo e semplicemente perfetto della Argalia. ha girato tra le immagini, ne ha sviscerato gli aspetti, la solennità e , alla fine, ha definito la fotografa " una provocatrice e una visionaria". perchè la fotografa, che frequenta, da qualche anno, i più grandi nomi del teatro mondiale, proprio con i suoi scatti imperfettamente centrati che li hanno fatti innamorare, poi ha raccontato il libro, i bianco e nero idonei alle tematiche della drammaturgia analizzandone le verità più profonde ed assolute, con una sola concessione al colore. In un insieme di difficoltà ambientali che la Argalia riesce a superare con successo.

 Una ulteriore storia del Teatro, per immagini.

 

 

© Tutte le fotografie di questo sito sono proprietà di Adriana Argalia.
Vietata la riproduzione.